Oggi è il: 20/04/2021 - Sono le ore: 19:15:14 

  IN EVIDENZA

MENU PORTALE Menu ricerche

 

 

Le altre news - sezioni Eventi e Gastronomia

Pasquale De Antonis ai Musei Civici di Palazzo Mosca di Pesaro

 

Aperitif sur l'herbe a Urbino

 

Con il tempo: opere dagli Sessanta al Duemila presso la Sala del Capitano di Candelara

 

Enrico Rava apre la XIX edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani

 

A Castelraimondo ventitreesima edizione dell'Infiorata Corpus Domini

 

CandelarArte caffe' 2015

 

A Pesaro Buongiorno Ceramica

 

A Treia si adottano i combattenti della Grande Guerra

 

Moni Ovadia, Michele Placido ed Erri de Luca e Nicky Nicolai a Recanati

 

A Jesi Bellezza - Mostra fotografica di Roberto Recanatesi

 

Luca Cognolato alle foglie d'oro di Pesaro per Adotta l'autore

 

Le nostre mani: il dialogo con la materia di Giancarlo Cesarini al castello di Candelara

 

Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di paesi ed altri appuntamenti a Pesaro

 

Percorso tra le pagine dei libri con Luigi Dal Cin

 

giornata internazionale Unesco del jazz a San Benedetto del Tronto

 

La linea gotica - 1944 - 2014 i ricordi di un bimbo di 12 anni di Terenzio Pedini

 

Letture a Palazzo Mosca, secondo appuntamento

 

Chiara Samugheo in mostra a Recanati

 

Paolo Gubinelli alla Palazzina Azzurra con Carte incise per Eugenio De Signoribus

 

Europe Direct Marche

 

 

I NUMERI DI PORTALEMARCHE

IL PORTALE DELLE AZIENDE DELLE MARCHE

Aziende

Professionisti

Ristorazione

Hotel Vini&Cantine

  Nuova pagina 1

2684

  OGGI SONO PRESENTI IN ARCHIVIO

2239

  Nuova pagina 1

1376

  Nuova pagina 1

781

cantine

89

Donatella-Basili -intervistata-da-Alessia-Mocci

Sacerdotesse del quotidiano, Donatella BasiliIntervista di Alessia Mocci a Donatella Basili ed al suo “Emily, Antonia e Sylvia: Sacerdotesse del Quotidiano”, Rupe Mutevole Edizioni

A.M.: Quando e perché ti è venuta l’idea di scrivere delle tre poetesse?

Donatella Basili: In realtà i tre saggi che compongono il libro sono nati distanti l'uno dall'altro. Il primo è stato quello su Antonia Pozzi: una sua poesia sulle montagne era incorniciata su una parete del rifugio Comici alla Croda dei Toni e mi ha conquistata. In quel periodo mi arrampicavo sulle ferrate delle Dolomiti ed il mio cuore celebrava la bellezza della roccia indorata dal sole. Lei faceva altrettanto con parole bellissime. L'ho sentita subito “sorella”. Dopo aver scritto il primo saggio ho pensato che avevo altre due “sorelle” di cui parlare e così sono nati gli altri due saggi sulla Plath e sulla Dickinson. La sorellanza non sta soltanto nella sensibilità, ma anche nel modo di trasformare il quotidiano, questione che mi interessava fin dai tempi del liceo. Loro sono un esempio magistrale su come trascendere il quotidiano, specialmente la Dickinson, che ritengo Maestra Assoluta in questo campo.


A.M.: Tra Emily, Antonia e Sylvia si nasconde la tua preferita oppure sono sostanzialmente paritarie nel tuo pensiero?

Donatella Basili: No, non sono paritarie. Come ho detto prima, la Dickinson è maestra, è la fondatrice dell' “Ordine delle sacerdotesse del Quotidiano”. Penso che sarebbe contenta di questo appellativo. Le altre due non sono confrontabili sul piano poetico, così come non sarebbero confrontabili Giuseppe Verdi ed i Rolling Stones; ma poiché si può tranquillamente ascoltare un'aria del Trovatore e subito dopo “Satisfaction” senza sentirsi schizofrenici, nel mio pantheon Sylvia ed Antonia siedono l'una accanto all'altra.


A.M.: “Trascendere il quotidiano”. Conosci qualche poetessa in vita che opera in questa direzione?

Donatella Basili: Dato il narcisismo imperante in questa società, a me sembra che spesso i poeti cerchino di mitizzare il proprio vissuto, renderlo simbolo, emblema della condizione umana; ma questo non è trascendere il quotidiano. Trascendere significa andare oltre, vedere l'essenza dietro la forma; lo scopo non è divinizzare se stessi ma vedere il divino nella propria esistenza. La bellezza fa parte del divino ed il primo passo per trascendere il quotidiano è proprio riconoscerla, commuovendosi, nelle cose minime. La mia amica Ada Felugo ha scritto molte poesie che trascendono il quotidiano.


A.M.: Puoi descriverci con tre aggettivi ognuna delle tre poetesse?

Donatella Basili: La Dickinson è “immaginifica” perché la sua poesia è fatta di immagini sontuose, enigmatiche, oltre la realtà. Ma anche eterea, impalpabile, già anima disincarnata in vita...
La Plath è “nevrotica” perché deforma la realtà, la travisa, la distorce. Anche perché ossessionata dalla malattia che deforma od imprigiona il corpo, e dalle cure od ispezioni invasive dei medici.
La Pozzi è “outsider” per la sua sensibilità non borghese in una famiglia borghesissima e per la
sua spiritualità e femminilità in un ambiente culturale materialista e maschile. Una specie di brutto anatroccolo...


A.M.: Qual è, secondo te, il target di lettori che comprano il tuo libro?

Donatella Basili: Donne che amano specchiarsi nelle donne creative. Nelle seguaci di Atena e non di Afrodite. Ed uomini che sono interessati allo stesso tipo di donne.


A.M.: Oltre alla critica, hai pubblicato anche una silloge di poesia. Com’è il tuo atteggiamento con la
poesia? Lasceresti mai la prosa?

Donatella Basili: Io uso due tipi di prosa: quella saggistica, da trattato scientifico, analitica, consequenziale, pulita e quella narrativa che è, però, “ poetica”. Non mi piace raccontare i fatti o descrivere minuziosamente ambienti e paesaggi. Mi piace fare “quadri di parole”: le poesie sono come schizzi, mentre la prosa, per me, è come un grande quadro od un affresco. Diciamo che invece di abbandonare la prosa non abbraccerò più la prosa narrativa in senso classico; quand'ero molto giovane riuscivo a scrivere secondo i crismi del romanzo, descrizioni delle scene e dialoghi corredati dalle espressioni degli interlocutori; ma adesso non ho più la pazienza di farlo. La prosa poetica mi piace più della poesia e mi piace mescolare prosa e poesia, come ho fatto nel mio “I poeti del flauto e della lira”. Oltre alla prosa poetica, però, mi piace molto quella comica o sarcastica, alla Amélie Nothomb, per intenderci (il suo “Metafisica dei tubi” è uno dei libri più belli che abbia letto, poetico ed esilarante insieme, dolce e sarcastico... una mistura di opposti sublime come la zuppa di Ratatouille!). Mi piacerebbe scrivere qualcosa in quello stile.


A.M.: Come ti trovi con la casa editrice Rupe Mutevole? La consiglieresti?

Donatella Basili: Per adesso il mio giudizio è sospeso.


A.M.: Hai delle novità in pubblicazione per il 2011? Puoi anticiparci qualcosa?

Donatella Basili: La mia attività letteraria si è interrotta due anni fa, a parte qualche poesia estemporanea che rappresenta particolari stati d'animo. Vorrei scrivere, come dicevo, un romanzo d'attualità un po' sarcastico, un po' satira sociale, del tipo “castigat ridendo mores”, con la protagonista, anacronistica e disadattata, che cerca di uniformarsi alla follia collettiva per poi riconoscerla come tale e sentirsi ridicola...

Inserito il 13/01/2011 nella categoria Libri

 

Tag : Alessia Mocci  Donatella Basili  Rupe Mutevole


Notizia letta 448421 volte

Leggi le altre news della categoria Libri

 

Invia la info ad un amico

 


Tutte le news Home Page  

 

B&B Oasi Verde Teramo 328/7571555

CERCA PER PROVINCIA

Menu ricerche

 

 

 

 


LE PAROLE PIU' CERCATE OGGI SU GOOGLE :

 Scarpe, calzature, tacchificio

Calzature da UOMO , da DONNA , da BAMBINI

Concessionari auto Ancona ,

automobili usate Marche

 

 

 
 

  Nuova pagina 1

ULTIME AZIENDE INSERITE SETTORE PRODUZIONE

Brancorsini

Labirinto Cooperativa Sociale

Lucarini e Partners

Elisabet srl

AT METALLI SRL

A TLC SRL

Bikers sas di Frontoni

EVENTIQUE Silvia Carducci

B.L. COSTRUZIONI Srl

ATHENA NIKE

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

La Cantina del Mese

La cantina selezionata nel mese corrente e' Fattoria "Villa Ligi" di F.Tonelli .

Nella provincia di Pesaro Urbino e precisamente a Pergola in Via Zoccolanti 25/A, questa azienda conta importanti riconoscimenti a livello nazionale. La filosofia dell'azienda e'  "Crediamo profondamente nelle virtù di un vino, capace di raccontare con estrema sincerità le caratteristiche di un territorio. Vino è sinonimo di arte; arte come mezzo di comunicazione di tipicità e tradizione capace di far sognare e suscitare ricordi.

Questi valori ci accompagnano da tanto tempo, di generazione in generazione, in questo antico mestiere che per caratteristiche intrinseche non abbandoneremo mai. La nostra attività vitivinicola, oramai quasi centenaria, è contraddistinta da un attaccamento inscindibile alla tradizione ed in tempi ultimi all’innovazione, necessaria per ottenere il massimo, ricercando il perfetto equilibrio tra gusto e colore, tra bouquet e retrogusto.

La nostra realtà agricola percorre costantemente e ciclicamente ogni anno gli stessi eventi che puntualmente ci coinvolgono sensibilizzandoci ogni giorno di più verso il prodotto finale, il nostro vino, attraverso la passione per il territorio, la natura, le persone che ci accompagnano. E’ un processo che non richiede tempi lunghi né brevi, ma tempi naturali, quelli necessari per ottenere un lavoro ben fatto.

E’ con tale dedizione e passione che ci rivolgiamo a quanti condividono il nostro pensiero, il nostro vino, per condividere attimi unici ricavati da piccoli gesti come quello di sorseggiarlo in un calice."

- ..... LEGGI TUTTO

 

 

  menu generale | etc | ect

NavBar

Tutti i loghi e marchi della categoria sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori

HOMEAZIENDE  a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoHOTEL  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoRISTORANTI  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoAGRITURISMI a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro Urbino | PROFESSIONISTI  |  VINI e CANTINE | AGRITURISMI | CONCESSIONARIE AUTO A ANCONA | CONCESSIONARIE AUTO A ASCOLI PICENO | CONCESSIONARIE AUTO A FERMO | CONCESSIONARIE AUTO A MACERATA | CONCESSIONARIE AUTO A PESARO URBINOEVENTI | SCRIVI A PORTALE MARCHE