Oggi è il: 02/03/2021 - Sono le ore: 08:20:00 

  IN EVIDENZA

MENU PORTALE Menu ricerche

 

 

Le altre news - sezioni Eventi e Gastronomia

Pasquale De Antonis ai Musei Civici di Palazzo Mosca di Pesaro

 

Aperitif sur l'herbe a Urbino

 

Con il tempo: opere dagli Sessanta al Duemila presso la Sala del Capitano di Candelara

 

Enrico Rava apre la XIX edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani

 

A Castelraimondo ventitreesima edizione dell'Infiorata Corpus Domini

 

CandelarArte caffe' 2015

 

A Pesaro Buongiorno Ceramica

 

A Treia si adottano i combattenti della Grande Guerra

 

Moni Ovadia, Michele Placido ed Erri de Luca e Nicky Nicolai a Recanati

 

A Jesi Bellezza - Mostra fotografica di Roberto Recanatesi

 

Luca Cognolato alle foglie d'oro di Pesaro per Adotta l'autore

 

Le nostre mani: il dialogo con la materia di Giancarlo Cesarini al castello di Candelara

 

Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di paesi ed altri appuntamenti a Pesaro

 

Percorso tra le pagine dei libri con Luigi Dal Cin

 

giornata internazionale Unesco del jazz a San Benedetto del Tronto

 

La linea gotica - 1944 - 2014 i ricordi di un bimbo di 12 anni di Terenzio Pedini

 

Letture a Palazzo Mosca, secondo appuntamento

 

Chiara Samugheo in mostra a Recanati

 

Paolo Gubinelli alla Palazzina Azzurra con Carte incise per Eugenio De Signoribus

 

Europe Direct Marche

 

 

I NUMERI DI PORTALEMARCHE

IL PORTALE DELLE AZIENDE DELLE MARCHE

Aziende

Professionisti

Ristorazione

Hotel Vini&Cantine

  Nuova pagina 1

2684

  OGGI SONO PRESENTI IN ARCHIVIO

2239

  Nuova pagina 1

1376

  Nuova pagina 1

781

cantine

89

LA PORTA DELLA SPERANZA

"LA PORTA DELLA SPERANZA"
UN' INCISIONE DI CARLO IACOMUCCI

 

Un'incisione di notevole interesse dedicata alla Madonna di Loreto e al Suo Santuario. Un testo critico dal titolo "Bruna sono, ma Bella"(da il cantico dei cantici) dello storico prof. Evio Hermas Ercoli per la cartella-edizione d'arte di pregio dal titolo: "LA PORTA DELLA SPERANZA" contenente un'acquaforte originale di Carlo Iacomucci a tiratura limitata, numerata e firmata, edita dallo Studio Associato Merlini di Macerata nel giugno 2012. L'incisione è stata stampata a mano dalla stamperia d'Arte Fabricartium dando prova di grande sapienza tecnica nella stampa calcografica. www.carloiacomucci.it

 

"Bruna sono, ma bella” di Evio Hermas Ercoli
(da Il Cantico dei Cantici)

Carlo Iacomucci, incisore e pittore, ha un segno inconfondibile e coerente; quello dell'artista autentico nell'incisione calcografica.Un'arte che lascia il segno su di una lastra di rame o di zinco di un percorso raffinato, incessante, carico di valori est – etici. Incisioni che trasmettono messaggi d'affetto e di poesia.
La maestria è nel messaggio; una selezione di temi puntuali, condivisi; dove incontri quella composizione e quel simbolo che hai bisogno di avvertire dentro di te!
“Se disegna il sacro ci trovi il profano e viceversa”. E' vero!
Le sue edicole son dei tabernacoli arcani ed enigmatici. Lo è anche questa icona sacra, profondamente sacra! L'immagine 'clamorosa' della Madonna di Loreto. Si tratta della suggestione mariana più potente che conosciamo; quella che abita una reliquia straordinaria, un intero edificio in pietra, che la tradizione cattolica indica come la stanza della casa dove la Vergine Maria ricevette l’Annunciazione dall’arcangelo Gabriele, dove con il suo ‘fiat’ aderì al progetto di Dio.
Quelle pietre hanno lasciato Nazareth, quando i mussulmani in Terrasanta conquistarono gli ultimi baluardi cristiani. La tradizione vuole che siano state trasferite dagli angeli sul Monte Prodo di Loreto.
Il fatto ha sconvolto tutta la geografia dei santuari e la grande devozione ha invertito il senso di marcia dei pellegrini: non più dalle Marche verso Roma, ma da Roma verso le Marche.
Delle città nate sui grandi percorsi storici si dice comunemente che sono ‘figlie della strada’. Loreto vice-versa è una città che, con la sua nascita, tarda e for­tuita, ha tratto a sé il più importante itinerario della cultura europea.
Il richiamo di una immagine antica, l'immagine della Vergine Lauretana, ha modificato la storia.
Iacomucci ripropone la statua venerata nella Santa Casa. Una Madonna Nera, il volto scuro, il fumo delle lampade ad olio e delle candele.
La ripropone come nel Cantico dei Cantici dove si dice: “Bruna sono, ma bella” e più avanti, rivolgendosi alle amiche: “Non state a guardare che sono bruna perché mi ha abbronzata il sole” (1, 5-6). Ed il Sole è figura di Dio.
Sappiamo che nel 1921 divampò un furioso incendio all'interno del Sacello che incenerì la scultura. Da allora cerchiamo incessantemente il modello antico.

Con questa incisione la ricerca continua e Iacomucci con il suo segno ci aiuta a tollerare quella scomparsa e a vedere l'invedibile che è dentro di noi.

Per info: 320.0361833

Inserito il 22/06/2012 nella categoria anc

 

Tag : iacomucci  speranza  loreto


Notizia letta 445114 volte

Leggi le altre news della categoria anc

 

Invia la info ad un amico

 


Tutte le news Home Page  

 

B&B Oasi Verde Teramo 328/7571555

CERCA PER PROVINCIA

Menu ricerche

 

 

 

 


LE PAROLE PIU' CERCATE OGGI SU GOOGLE :

 Scarpe, calzature, tacchificio

Calzature da UOMO , da DONNA , da BAMBINI

Concessionari auto Ancona ,

automobili usate Marche

 

 

 
 

  Nuova pagina 1

ULTIME AZIENDE INSERITE SETTORE PRODUZIONE

Brancorsini

Labirinto Cooperativa Sociale

Lucarini e Partners

Elisabet srl

AT METALLI SRL

A TLC SRL

Bikers sas di Frontoni

EVENTIQUE Silvia Carducci

B.L. COSTRUZIONI Srl

ATHENA NIKE

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

La Cantina del Mese

La cantina selezionata nel mese corrente e' Fattoria "Villa Ligi" di F.Tonelli .

Nella provincia di Pesaro Urbino e precisamente a Pergola in Via Zoccolanti 25/A, questa azienda conta importanti riconoscimenti a livello nazionale. La filosofia dell'azienda e'  "Crediamo profondamente nelle virtù di un vino, capace di raccontare con estrema sincerità le caratteristiche di un territorio. Vino è sinonimo di arte; arte come mezzo di comunicazione di tipicità e tradizione capace di far sognare e suscitare ricordi.

Questi valori ci accompagnano da tanto tempo, di generazione in generazione, in questo antico mestiere che per caratteristiche intrinseche non abbandoneremo mai. La nostra attività vitivinicola, oramai quasi centenaria, è contraddistinta da un attaccamento inscindibile alla tradizione ed in tempi ultimi all’innovazione, necessaria per ottenere il massimo, ricercando il perfetto equilibrio tra gusto e colore, tra bouquet e retrogusto.

La nostra realtà agricola percorre costantemente e ciclicamente ogni anno gli stessi eventi che puntualmente ci coinvolgono sensibilizzandoci ogni giorno di più verso il prodotto finale, il nostro vino, attraverso la passione per il territorio, la natura, le persone che ci accompagnano. E’ un processo che non richiede tempi lunghi né brevi, ma tempi naturali, quelli necessari per ottenere un lavoro ben fatto.

E’ con tale dedizione e passione che ci rivolgiamo a quanti condividono il nostro pensiero, il nostro vino, per condividere attimi unici ricavati da piccoli gesti come quello di sorseggiarlo in un calice."

- ..... LEGGI TUTTO

 

 

  menu generale | etc | ect

NavBar

Tutti i loghi e marchi della categoria sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori

HOMEAZIENDE  a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoHOTEL  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoRISTORANTI  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoAGRITURISMI a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro Urbino | PROFESSIONISTI  |  VINI e CANTINE | AGRITURISMI | CONCESSIONARIE AUTO A ANCONA | CONCESSIONARIE AUTO A ASCOLI PICENO | CONCESSIONARIE AUTO A FERMO | CONCESSIONARIE AUTO A MACERATA | CONCESSIONARIE AUTO A PESARO URBINOEVENTI | SCRIVI A PORTALE MARCHE