Oggi è il: 18/01/2021 - Sono le ore: 07:51:15 

  IN EVIDENZA

MENU PORTALE Menu ricerche

 

 

Le altre news - sezioni Eventi e Gastronomia

Pasquale De Antonis ai Musei Civici di Palazzo Mosca di Pesaro

 

Aperitif sur l'herbe a Urbino

 

Con il tempo: opere dagli Sessanta al Duemila presso la Sala del Capitano di Candelara

 

Enrico Rava apre la XIX edizione del Premio Internazionale Massimo Urbani

 

A Castelraimondo ventitreesima edizione dell'Infiorata Corpus Domini

 

CandelarArte caffe' 2015

 

A Pesaro Buongiorno Ceramica

 

A Treia si adottano i combattenti della Grande Guerra

 

Moni Ovadia, Michele Placido ed Erri de Luca e Nicky Nicolai a Recanati

 

A Jesi Bellezza - Mostra fotografica di Roberto Recanatesi

 

Luca Cognolato alle foglie d'oro di Pesaro per Adotta l'autore

 

Le nostre mani: il dialogo con la materia di Giancarlo Cesarini al castello di Candelara

 

Gherardo Cibo, dilettante di botanica e pittore di paesi ed altri appuntamenti a Pesaro

 

Percorso tra le pagine dei libri con Luigi Dal Cin

 

giornata internazionale Unesco del jazz a San Benedetto del Tronto

 

La linea gotica - 1944 - 2014 i ricordi di un bimbo di 12 anni di Terenzio Pedini

 

Letture a Palazzo Mosca, secondo appuntamento

 

Chiara Samugheo in mostra a Recanati

 

Paolo Gubinelli alla Palazzina Azzurra con Carte incise per Eugenio De Signoribus

 

Europe Direct Marche

 

 

I NUMERI DI PORTALEMARCHE

IL PORTALE DELLE AZIENDE DELLE MARCHE

Aziende

Professionisti

Ristorazione

Hotel Vini&Cantine

  Nuova pagina 1

2684

  OGGI SONO PRESENTI IN ARCHIVIO

2239

  Nuova pagina 1

1376

  Nuova pagina 1

781

cantine

89

Sanseverino ventosa di Raoul Paciaroni

Raoul PaciaroniDedicato alla “Sanseverino ventosa” l’ultimo libro di Paciaroni

Si intitola “Sanseverino ventosa”, ed è dedicata alla più enigmatica tra le forze della natura, l’ultima opera dello scrittore settempedano Raoul Paciaroni realizzata per la collana che il Comune di San Severino Marche ha dato alle stampe fin dal 1981 e che è arrivata a contare ben 33 volumetti, curati sempre dallo stesso autore. “Con studio alacre e competente stavolta Paciaroni – scrive nella presentazione il sindaco, Cesare Martini – ha cercato negli annali municipali e soprattutto nelle carte degli archivi notizie e documenti di forti venti che, nel corso dei secoli, hanno interessato il territorio sanseverinate per mettere insieme un catalogo con la successione cronologica degli eventi meteorologici più significativi dei quali è restata memoria. Si tratta di un aspetto importante della nostra storia climatica, finora mai studiato, che consente di fare un paragone tra il tempo raccontato di una volta e quello misurato della modernità. San Severino è spesso dominata dal vento e, benché non abbia la notorietà di Urbino, che è stata celebrata per questa caratteristica dal poeta Giovanni Pascoli, ha un rapporto piuttosto “sentito” con questa forza della natura”.

Un antico blasone popolare, ancora oggi molto noto, così definisce questo rapporto: “San Sivirì d’argento o piòe, o sona a mòrto, o tira vento”. Ma forse sono stati sempre un po’ troppo esagerati gli abitanti dei paesi vicini nell’appioppare questo motto satirico alla bella cittadina del maceratese visto che essa non si differenzia molto dagli altri centri della regione per il numero delle giornate piovose o dei funerali celebrati. C’è, invece, un fondo di verità – e questo è ben illustrato nel nuovo volume di Raoul Paciaroni – nel caratterizzare San Severino Marche come cittadina ventosa perché, in realtà, questo fenomeno atmosferico è qui più intenso e frequente che altrove. “Fin dal 1841 – scrive Paciaroni nel suo libro – il medico condotto Cesare Barbieri aveva fornito brevi cenni sulle temperature e sui venti predominanti a San Severino nelle diverse stagioni dell’anno”.

Il conte Severino Servanzi Collio, in un saggio inedito intitolato “Cenno sopra la città di Sanseverino”, sottolineava invece “l’effetto benefico delle correnti che scendevano dalla valle del Potenza per la salubrità dell’aria”. Appartiene al passato anche l’espressione popolare “Sventatora” che descrive quel tratto di angusta vallata tra San Severino e Castelraimondo, dove il monte di Serripola e il monte S. Apollinare cercando di congiungersi, e dove spira un’aria che si fa particolarmente sentire. Uno scrittore settempedano del Seicento, Vincenzo Scampoli, parla in una sua opera addirittura delle ripercussioni che l’aria fine e sana ha sul fisico e sul carattere degli uomini. “Oggi – scrive ancora Paciaroni nel suo volume di ricerca – il vento che soffia più o meno forte lascia la maggior parte della gente indifferente, o al massimo infastidita. Un tempo, invece, tutte le manifestazioni atmosferiche erano osservate e vissute con apprensione per le conseguenze che potevano avere sui raccolti e sulla salute e quindi sulla vita stessa delle popolazioni”.

cs San Severino Marche

Inserito il 5/2/2015 nella categoria Cultura

 

Tag : Sanseverino ventosa  Raoul Paciaroni  San Severino Marche


Notizia letta 442375 volte

Leggi le altre news della categoria Cultura

 

Invia la info ad un amico

 


Tutte le news Home Page  

 

B&B Oasi Verde Teramo 328/7571555

CERCA PER PROVINCIA

Menu ricerche

 

 

 

 


LE PAROLE PIU' CERCATE OGGI SU GOOGLE :

 Scarpe, calzature, tacchificio

Calzature da UOMO , da DONNA , da BAMBINI

Concessionari auto Ancona ,

automobili usate Marche

 

 

 
 

  Nuova pagina 1

ULTIME AZIENDE INSERITE SETTORE PRODUZIONE

Brancorsini

Labirinto Cooperativa Sociale

Lucarini e Partners

Elisabet srl

AT METALLI SRL

A TLC SRL

Bikers sas di Frontoni

EVENTIQUE Silvia Carducci

B.L. COSTRUZIONI Srl

ATHENA NIKE

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

  Nuova pagina 1

La Cantina del Mese

La cantina selezionata nel mese corrente e' Fattoria "Villa Ligi" di F.Tonelli .

Nella provincia di Pesaro Urbino e precisamente a Pergola in Via Zoccolanti 25/A, questa azienda conta importanti riconoscimenti a livello nazionale. La filosofia dell'azienda e'  "Crediamo profondamente nelle virtù di un vino, capace di raccontare con estrema sincerità le caratteristiche di un territorio. Vino è sinonimo di arte; arte come mezzo di comunicazione di tipicità e tradizione capace di far sognare e suscitare ricordi.

Questi valori ci accompagnano da tanto tempo, di generazione in generazione, in questo antico mestiere che per caratteristiche intrinseche non abbandoneremo mai. La nostra attività vitivinicola, oramai quasi centenaria, è contraddistinta da un attaccamento inscindibile alla tradizione ed in tempi ultimi all’innovazione, necessaria per ottenere il massimo, ricercando il perfetto equilibrio tra gusto e colore, tra bouquet e retrogusto.

La nostra realtà agricola percorre costantemente e ciclicamente ogni anno gli stessi eventi che puntualmente ci coinvolgono sensibilizzandoci ogni giorno di più verso il prodotto finale, il nostro vino, attraverso la passione per il territorio, la natura, le persone che ci accompagnano. E’ un processo che non richiede tempi lunghi né brevi, ma tempi naturali, quelli necessari per ottenere un lavoro ben fatto.

E’ con tale dedizione e passione che ci rivolgiamo a quanti condividono il nostro pensiero, il nostro vino, per condividere attimi unici ricavati da piccoli gesti come quello di sorseggiarlo in un calice."

- ..... LEGGI TUTTO

 

 

  menu generale | etc | ect

NavBar

Tutti i loghi e marchi della categoria sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori

HOMEAZIENDE  a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoHOTEL  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoRISTORANTI  a  Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro UrbinoAGRITURISMI a Ancona - Ascoli Piceno - Fermo - Macerata - Pesaro Urbino | PROFESSIONISTI  |  VINI e CANTINE | AGRITURISMI | CONCESSIONARIE AUTO A ANCONA | CONCESSIONARIE AUTO A ASCOLI PICENO | CONCESSIONARIE AUTO A FERMO | CONCESSIONARIE AUTO A MACERATA | CONCESSIONARIE AUTO A PESARO URBINOEVENTI | SCRIVI A PORTALE MARCHE